LIQUIDO LAVAVETRI AUTO E SISTEMA TERGICRISTALLI

Il parabrezza anteriore e il lunotto posteriore necessitano di una pulizia regolare. Macchie e aloni, infatti, possono compromettere la visuale quando siamo alla guida. La modalità più comoda per mantenere limpidi i vetri è l’utilizzo del liquido tergicristalli attraverso il sistema di spruzzamento che si aziona tramite una delle leve poste a fianco del volante. Un meccanismo molto utile che funziona al meglio quando viene accompagnato da una corretta manutenzione e pulizia delle spazzole tergicristalli.

728x90blu_newcta

Ma se un giorno, azionando il comando non uscisse niente? Vorrà dire che sarà finito il liquido lavavetri? Se questo accade per la prima volta nella vostra auto, occorrerà innanzitutto individuare la vaschetta che contiene il liquido lavavetri. Una volta localizzato il serbatoio, occorrerà riempirlo. Tuttavia, sarà meglio scegliere un prodotto specifico e non una soluzione casalinga. In commercio si trovano diversi prodotti che, oltre a garantire la pulizia del sistema, resistono alle basse temperature, evitando così il congelamento del liquido durante la stagione invernale.

bannerino promo blog

E se una volta riempita la vaschetta del liquido tergicristalli non dovesse uscire nulla dagli spruzzatori? Vuol dire che non è semplicemente finito il liquido. Il problema potrebbe derivare dall’ostruzione di una delle parti che compongono il sistema, ad esempio gli ugelli. In questo caso è possibile tentare di liberare l’intasamento con l’utilizzo dell’aria compressa. Nella maggior parte dei casi questo dovrebbe liberare gli ugelli. Nel caso ciò non dovesse avvenire, il problema potrebbe essere di altro tipo e riguardare il sistema di tubazioni che trasportano il liquido tergicristalli. Anche in questo caso non conviene cimentarsi con le riparazioni fai da te. Meglio rivolgersi ad un professionista: andando sul portale RiparAutOnline potrete ottenere diversi preventivi per la vostra richiesta e scegliere la migliore offerta anche sulla base dei giudizi degli altri utenti che hanno già utilizzato il servizio.

tasto

Annunci

SOLE E FINESTRINI AUTO: NON TUTTI PROTEGGONO DAI RAGGI UV

Non solo in spiaggia. Anche in auto, è meglio attrezzarsi con occhiali da sole e creme solari per ripararsi dai raggi UV pericolosi per la pelle e per la salute. Se i parabrezza, infatti, sono generalmente schermati, i finestrini delle auto lo sono raramente. È quanto emerge da uno studio e un commento pubblicati dalla rivista JAMA Ophthalmology, in cui si sottolinea che tumori della pelle e casi di cataratta sono più frequenti sul lato sinistro soprattutto per chi sta molto in auto.

Tutti i raggi UV sono uguali? Come ricorda il Ministero della Salute, i raggi solari sono composti, fra l’altro, da raggi ultravioletti B, con lunghezze d’onda più corte («raggi UVB»), e da raggi ultravioletti A, con lunghezze d’onda maggiori («raggi UVA»). L’infiammazione della pelle («scottatura solare») e il conseguente arrossamento della pelle («eritema») sono causati principalmente dai raggi UVB. Sebbene i raggi UVB costituiscano il principale fattore di rischio di cancro, non va trascurato il rischio rappresentato dai raggi UVA. I raggi UVA causano inoltre un invecchiamento prematuro della pelle. Le ricerche, inoltre, indicano anche che un’eccessiva esposizione ai raggi UVB e ai raggi UVA influisce sul sistema immunitario del corpo.

Ritornando allo studio condotto da Brian Boxer Wachler del Boxer Wachler Vision Institute di Beverly Hills sono state testate 29 auto di 15 diverse case, prodotte tra il 1990 e il 2014. Il parabrezza in tutti i casi si è mostrato in grado di fermare circa il 96% dei raggi UVA, mentre i finestrini laterali si sono mostrati molto meno efficienti, con percentuali tra il 44 e il 96%, e con solo quattro modelli sopra il 90%. “Non c’è nessuna correlazione – scrive Boxer Wachler – con il costo dell’auto, se è di lusso o economica”.

Il fenomeno potrebbe avere conseguenze per la salute, soprattutto per il guidatore e per quelle categorie di lavoratori che utilizzano prevalentemente mezzi di trasporto. “Pubblicazioni precedenti – ricordano gli studiosi – avevano documentato un’aumentata prevalenza di cataratte e tumori della pelle sul lato sinistro del corpo causati dall’esposizione asimmetrica dovuta al fatto che il guidatore è sul lato sinistro dell’automobile”.

bannerino promo blog

TERGICRISTALLI CHE GRATTANO? ECCO COSA FARE

Il fastidio è indescrivibile, per alcuni è addirittura peggio delle unghie sulla lavagna. Quando piove, poi, diventano una vera e propria tortura (e finisce pure che vedi peggio di prima). Come evitare che accada? E cosa fare se già ci siamo, se il danno è fatto? Se i tergicristalli grattano sul parabrezza?
Innanzitutto, non esiste un solo metodo per far fronte al problema ma bisogna adattarsi alle varie situazioni che si presentano:

1. buona cosa è sicuramente pulire a fondo il parabrezza, questo potrebbe addirittura essere sufficiente a eliminare del tutto il problema. Per far ciò è consigliato usare dei prodotti appositamente creati per il vetro dell’auto ma anche l’aceto o il bicarbonato sparso su di un panno asciutto o leggermente umido. Cosa da non fare assolutamente, pulire il parabrezza con cere e oli, in quanto lo renderebbero troppo scivoloso creando non pochi problemi ai tergicristalli.

2. Bisogna cambiare regolarmente i tergicristalli. Non costano molto e, come sempre, una spesa maggiore sul prodotto, oltre che essere garanzia di qualità, si traduce spesso in garanzia di durata e, quindi, in un effettivo risparmio sul lungo periodo. È consigliata una frequenza annuale, tendenzialmente prima delle piogge.

3. Cercare di tenere sempre pieno il serbatoio del liquido lavavetri. Anche qui, meglio i prodotti specifici e, comunque, non usare il detersivo per i piatti perché sgrasserebbe troppo il vetro impedendo ai tergicristalli di scivolare adeguatamente.

4. Rimuovere con del semplice polish eventuali prodotti idrorepellenti applicati in precedenza sul parabrezza.

Si può anche intervenire direttamente sulle spazzole

Sollevate le spazzole e date un’occhiata alle lame: se sono rotte sono, chiaramente, da sostituire altrimenti, se il problema è un semplice indurimento, potete prendere un po’ di aceto, versarlo su un panno pulito e strofinare delicatamente le lame. Dopodiché prendete un altro panno (sempre pulito, ovviamente) e imbevetelo nell’acqua, strofinando nuovamente le lame per togliere, questa volta, l’aceto precedentemente applicato. Ora potete usare un po’ di vaselina, applicandola con un altro panno e lasciando, poi, asciugare per una decina di minuti; questo dovrebbe rinvigorire notevolmente i vostri tergicristalli.

Un altro metodo prevede l’utilizzo di olio: applicate dell’olio sulle gomme e lasciate agire per tutta la notte, la mattina togliete i residui dalle spazzole e spruzzate acqua… Come nuovi…

Terzo metodo… Alcol denaturato, quello usato per disinfettare. Applicate e aspettate, dovrebbe ammorbidire ben bene la gomma delle vostre spazzole.

Resta comunque il fatto che la migliore cura è sempre, in ogni caso, la prevenzione. Una buona manutenzione permette di ammortizzare costi e limitare eventuali interventi di recupero: si tratta di sicuro del miglior tipo di investimento a nostra disposizione… Il nostro tempo, le nostre cure, la nostra attenzione!

bannerino promo blog

Preventivi Riparazione Auto

RiparAutOnline nasce come risposta alla necessità dei proprietari di auto e moto di semplificare la scelta dell’officina di riparazione più conveniente. Per questo è stato sviluppato un portale internet che permette l’incontro tra chi ha bisogno di riparare o mantenere un proprio veicolo e chi gestisce un’autofficina o carrozzeria.

Nel 2014 RiparAutOnline ha generato verso le officine registrate più di 200.000 richieste di preventivo.

RiparAutOnline coniuga i vantaggi per gli automobilisti e i motociclisti:

-miglior prezzo nel minor tempo possibile,

-facile e veloce da usare,

-upload foto per una migliore valutazione dell’intervento,

-risparmio economico nella ricerca,

-pagamento sul sito,

-prenotazione online del giorno dell’intervento,

-facile comunicazione utente – officine,

-garantito grazie alle valutazioni date dagli altri clienti)

con i vantaggi per le officine:

-utilizzo della pagina personale come sito web con possibilità di personalizzare la URL (puoi guardare qui tutto ciò che si può fare),

-possibilità di inserire offerte speciali,

costruzione della reputazione sulla base dei feedback inviati dai clienti che hanno utilizzato l’officina.

Attraverso RiparAutOnline qualunque automobilista e motociclista può inoltrare una richiesta di preventivo a più di 5.000 officine già registrate, semplicemente indicando la propria targa e il tipo di intervento richiesto tra:

  • Meccanico
  • Carrozzeria
  • Tirabolli
  • Elettrauto
  • Tagliando
  • Pneumatici
  • Impianti GPL e Metano
  • Vetri e Cristalli
  • Soccorso Stradale
  • Eleborazioni
  • Revisione veicoli
  • Autorimessa
  • Marmittista

Visita il portale e richiedi un preventivo gratuito per il tuo veicolo:

www.riparautonline.com