MOTO: PROSEGUE LA MOBILITAZIONE PER LA REVISIONE DEL PEDAGGIO AUTOSTRADALE

Mentre prosegue la campagna comunicativa #metapedaggio, la Federazione Motociclistica Italiana e Confindustria ANCMA hanno incontrato lo scorso luglio il presidente dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti (ART), Andrea Camanzi. “L’Italia – hanno sottolineato FMI e ANCMA – è uno dei pochissimi paesi in Europa dove il pedaggio motociclistico (peraltro con tariffazione molto alta) è equiparato a quello delle auto, con il risultato che qualunque moto paga la stessa cifra di un SUV ben più grande in dimensioni e potenza. Nei paesi europei dove le autostrade sono a pagamento, le tariffe praticate ai motociclisti sono – con poche eccezioni – più basse, in molti casi dimezzate rispetto ai pedaggi nostrani”.

728x90blu_newcta

La richiesta che FMI e Confindustria ANCMA hanno formulato all’Autorità dei Trasporti è stata quella di verificare, attraverso un’interlocuzione con i concessionari autostradali e il Ministero dei Trasporti – che in Italia è il soggetto concedente – se vi siano le condizioni per creare una tariffazione a parte per i veicoli a due ruote a motore, che sono di gran lunga meno invasivi dal punto di vista degli spazi occupati e dell’inquinamento e che svolgono in generale un ruolo importante nella riduzione del traffico. Il presidente dell’Autorità dei Trasporti, ascoltate le argomentazioni esposte da ANCMA ed FMI, si è reso disponibile ad un approfondimento della questione, attraverso i procedimenti previsti da ART.

“Siamo convinti che la creazione di una tariffa dedicata alle due ruote, favorirebbe la circolazione delle moto sulle autostrade, con vantaggi che si rifletterebbero tanto sull’industria motociclistica nazionale, che rimane la più importante d’Europa, quanto sugli stessi concessionari autostradali, che vedrebbero compensata automaticamente la rimodulazione dei pedaggi” ha dichiarato Corrado Capelli, presidente di Confindustria ANCMA. “Le autostrade sono di gran lunga le strade più sicure per noi motociclisti. Una tariffa differenziata ne favorirebbe l’utilizzo, dando così un contributo alla sicurezza per le due ruote a motore. In fondo, quello che chiediamo è di essere equiparati al resto dell’Europa” ha concluso il presidente della FMI Paolo Sesti.

bannerino promo blog

Annunci

PEDAGGI AUTOSTRADALI: E SE LE MOTO NON PAGASSERO?

Abolizione (o almeno dimezzamento) del pedaggio autostradale per le moto. È la richiesta della Federazione Motociclistica Italiana (FMI) e dell’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo (Ancma), che insieme alla rivista Motociclismo lanciano, da giugno, una campagna congiunta su questo tema. Il motivo della mobilitazione, spiegano in una nota, “è che le concessionarie non applicano, contrariamente a quanto avviene in quasi tutta Europa, un pedaggio per le moto inferiore a quello delle auto, se non addirittura gratuito. Per esempio in Francia la tratta Parigi-Lione (453 km) costa 33 euro per le auto e 20 per le moto. In Italia, su uno spostamento equivalente come la Firenze–Napoli (468 km), una moto di piccola cubatura paga quanto una vettura di grossa cilindrata: 33 euro“.

Insieme a Motociclismo di giugno, in edicola dallo scorso 31 maggio con un’inchiesta dedicata, vengono distribuiti milioni di adesivi per “scatenare, anche attraverso l’hashtag #metapedaggio, il guerrilla marketing contro questa sperequazione tutta italiana” fanno sapere gli organizzatori. Oltre che sulla rivista Motociclismo, la campagna di sensibilizzazione avverrà anche attraverso i canali informativi e social della FMI e di ANCMA.

tasto

La riduzione del pedaggio per le moto porterebbe vantaggi in termini di sicurezza. Secondo i dati forniti dalle associazioni dal 2008 al 2015 l’incidentalità in autostrada delle moto si è quasi dimezzata. Tra i 7 milioni di motociclisti italiani, il 64% (fonte Motociclismo.it, sondaggio del 16/05/2016 su un campione di 2.072 persone) vede la via più sicura per spostarsi proprio nell’autostrada, e la imboccherebbe molto più spesso se fosse praticato un pedaggio “su misura”.

Secondo FMI e ACMA La misura sarebbe economicamente sostenibile: “Il traffico autostradale su due ruote vale solo lo 0,5% del fatturato delle concessionarie, rendendo di fatto sostenibile, già adesso, una diversa tariffazione. Sarebbe la cosa più naturale del mondo dato che una moto pesa di media un sesto di un’auto e occupa un quarto dello spazio: perché – si domandano infine le associazioni – non premiare chi fluidifica il traffico come avviene per esempio con lo sconto già praticato da alcune autostrade per il car pooling?”

bannerino promo blog

Preventivi Riparazione Auto

RiparAutOnline nasce come risposta alla necessità dei proprietari di auto e moto di semplificare la scelta dell’officina di riparazione più conveniente. Per questo è stato sviluppato un portale internet che permette l’incontro tra chi ha bisogno di riparare o mantenere un proprio veicolo e chi gestisce un’autofficina o carrozzeria.

Nel 2014 RiparAutOnline ha generato verso le officine registrate più di 200.000 richieste di preventivo.

RiparAutOnline coniuga i vantaggi per gli automobilisti e i motociclisti:

-miglior prezzo nel minor tempo possibile,

-facile e veloce da usare,

-upload foto per una migliore valutazione dell’intervento,

-risparmio economico nella ricerca,

-pagamento sul sito,

-prenotazione online del giorno dell’intervento,

-facile comunicazione utente – officine,

-garantito grazie alle valutazioni date dagli altri clienti)

con i vantaggi per le officine:

-utilizzo della pagina personale come sito web con possibilità di personalizzare la URL (puoi guardare qui tutto ciò che si può fare),

-possibilità di inserire offerte speciali,

costruzione della reputazione sulla base dei feedback inviati dai clienti che hanno utilizzato l’officina.

Attraverso RiparAutOnline qualunque automobilista e motociclista può inoltrare una richiesta di preventivo a più di 5.000 officine già registrate, semplicemente indicando la propria targa e il tipo di intervento richiesto tra:

  • Meccanico
  • Carrozzeria
  • Tirabolli
  • Elettrauto
  • Tagliando
  • Pneumatici
  • Impianti GPL e Metano
  • Vetri e Cristalli
  • Soccorso Stradale
  • Eleborazioni
  • Revisione veicoli
  • Autorimessa
  • Marmittista

Visita il portale e richiedi un preventivo gratuito per il tuo veicolo:

www.riparautonline.com