MODIFICARE UN’AUTO: IL FENOMENO TUNING E LA STORIA DELLO ‘SCORPIONE’

Modificare un veicolo originale per adeguarlo ai propri gusti o alle proprie esigenze. È questo, in estrema sintesi, il tuning, fenomeno che prende il nome dal verbo inglese to tune, “regolare, accordare, mettere a punto”. Questa tendenza ha origine negli Stati Uniti d’America nel corso degli anni sessanta con le Hot rod, le T-bucket e le Lowrider e, in ambito motociclistico, con i Chopper. Le trasformazioni di un veicolo possono essere di diverso tipo: estetico (carrozzeria), meccanico (motore, impianto frenante, sistema di scarico o assetto di guida). Possono riguardare gli impianti (illuminazione dei veicolo o audio) oppure gli interni del mezzo.

728x90blu_newcta

Oltre ai singoli appassionati, ci sono anche dei marchi automobilisti che hanno deciso di dedicarsi pienamente a questo campo. È il caso dell’Abarth. Chi di voi non ricorda lo “Scorpione” (dal segno zodiacale del fondatore) sulla mitica 500? Ripercorriamo, dal sito del marchio, la fortunata storia targata Abarth:

Dopo una carriera da pilota, sia di auto che di moto, Karl Abarth e Guido Scagliarini fondano nel 1949 la Abarth & C. La prima vettura prodotta, la 204 A Roadster, derivazione della FIAT 1100, vinse immediatamente il campionato italiano 1100 Sport e quello di Formula 2. In parallelo alle corse, s’iniziarono a produrre i kit di elaborazione che aumentavano prestazione, potenza e velocità delle macchine di serie. Nel giro di qualche anno l’Abarth & C. poté contare su 375 dipendenti e una produzione di circa 300.000 marmitte l’anno.

Il marchio punta su auto maneggevoli, prestazionali e potenti, ma soprattutto piccole e cattive. Le “derivazioni” – si legge ancora – ottengono successi in ogni competizione e lo stesso Karl Abarth diventa protagonista di numerosi record. Negli anni 50 e lungo tutti gli anni 60, il marchio Abarth s’impone costantemente e incessantemente nell’immaginario collettivo come sinonimo di sportività, elaborazione e prestazioni, rivoluzionando, di fatto, il mondo delle auto sportive.

Come ricordato sopra, furono molto popolari i kit di trasformazione Abarth per la vecchia Fiat 500, che la rendevano più aggressiva e sportiva, senza limitarne la circolazione alla sola “pista”. Rilanciato da Fiat Group nel 2007, il marchio sportivo Abarth diventa un brand del gruppo e le sue vetture oggi sono vendute solo in 26 concessionarie scelte.

bannerino promo blog

Annunci