Guidi e non hai la patente? Nessun problema, basta che paghi…

Reato no mas!

Il termine tecnico è DEPENALIZZAZIONE e significa, in pratica, che se ti beccano a guidare una macchina senza avere la patente in regola (o senza averla e basta), il fatto non costituirà più reato; niente più processo penale, niente più avvocati… niente più niente? No, resta la multa che anzi raddoppia e arriva fino a cinquemila euro.

Si tratta dell’ultima di una serie di modifiche al codice della strada che spingono in direzioni differenti e che lasciano alcuni dubbi riguardo all’intento complessivo del disegno in corso di attuazione: ricordiamo, fra tutte, il cambio di rotta a proposito del tanto auspicato omicidio stradale il quale, previsto inizialmente in un disegno di riforma del Codice penale, è stato ridimensionato notevolmente fino a perdere del tutto il carattere doloso.

Per quanto riguarda il discorso patente, la modifica si colloca nell’ottica di quei reati che, come previsto dalla legge 67/2014, sono oramai punibili con la sola pena della multa o dell’ammenda. Per essere più precisi si tratta di un decreto legislativo che integrerà l’articolo 116 del Codice della strada “Chiunque conduce veicoli senza aver conseguito la corrispondente patente è punito con l’ammenda da 2.257 euro a 9.032 euro” e sostituirà all’ammenda una sanzione amministrativa che potrà variare da cinquemila a trentamila euro.

La modifica non può essere più chiara di così, si passa da reato a semplice illecito amministrativo e, cosa ancora più importante, sarà valida anche per le violazioni commesse prima della sua entrata in vigore (sempreché il procedimento penale non sia già stato definito con sentenza o con decreto divenuti irrevocabili). Nell’ipotesi di reiterazione del reato nel biennio, poi, c’è l’arresto fino a un anno (ma questo è già previsto dalla legge attuale).

Il decreto in questione è stato trasmesso qualche giorno fa dal Governo alla Camera per iniziare la discussione in Parlamento, sollevando dubbi e perplessità; si è passati da discorsi sul ritiro a vita della patente a discorsi sul ritiro prolungato, fino ad atterrare sulla depenalizzazione.

Bisognerà attendere l’evoluzione in Parlamento per conoscere il finale della storia, intanto resta la meraviglia per un paese in cui, sempre più spesso, chi ha i soldi paga e scansa processi come fossero pallottole…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...