Infradito alla guida? Liberi ma col condizionale…

Mare profumo di mare!

Tutti pronti? Spiagge, sole, abbronzature… infradito… fermi tutti! Domanda da un milione di euro: guidare con le infradito si può?

Siate onesti, quante volte vi è capitato? E quante volte vi siete chiesti se fosse contrario o meno al Codice della Strada?

Ebbene, cercheremo di rispondere una volta per tutte a questo importante quesito…

Innanzitutto bisogna specificare una cosa: pur essendo questa una domanda semplice che dovrebbe avere una risposta altrettanto semplice, la questione appare leggermente più complicata. Come mai? Semplice, perché siamo in Italia e, in Italia, il noto adagio “a domanda rispondo” non fa testo. Qui, nel Bel Paese, ci piacciono le leggi ambigue e l’estrema discrezionalità, insomma, le strade tortuose.

Ma entriamo un po’ nei dettagli; per prima cosa è importante sottolineare il fatto che dal 1993 è stata annullata ogni specifica restrizione sul tipo di calzatura da indossare alla guida di un’autovettura.

Ecco fatto, problema risolto.

Magari…

Leggendo nel dettaglio la disposizione in questione sul sito della Polizia di Stato, infatti, si evince che “non esiste più alcun divieto dal 1993 circa l’uso di calzature di tipo aperto (ciabatte, zoccoli, infradito) durante la guida di un veicolo né è vietato guidare a piedi nudi” ma (e sottolineo il ma…) “il conducente deve autodisciplinarsi nella scelta dell’abbigliamento e degli accessori al fine di garantire un’efficace azione di una guida con i piedi (accelerazione, frenata, uso della frizione)”… ed ecco il problema discrezione.

Il discorso si fa ancora più complesso se si prendono a esame gli articoli 140 e 141 del Codice della Strada, i quali prescrivono rispettivamente che “gli utenti della strada devono comportarsi in modo da non costituire pericolo o intralcio per la circolazione e che in ogni caso sia salvaguardata la sicurezza stradale” e che “il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza, specialmente l’arresto tempestivo del veicolo entro i limiti del suo campo di visibilità e dinanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile”.

Bene, tante belle parole, ma il succo qual è? In pratica, se decide che le infradito non danno un completo controllo sul veicolo dovremmo “autodisciplinarci” non indossandole alla guida, in caso contrario via libera.

Già, ma chi decide? A questo punto si aprono due strade…

Da un lato, questo ensemble di disposizioni permetterebbe di vincere un eventuale ricorso al Giudice di Pace contro una semplice multa ma, dall’altro, potrebbe essere utilizzato dalla compagnia assicurativa contro il guidatore in caso di incidente: senza una stipula della clausola di rinuncia di rivalsa nel contratto RC Auto, infatti, l’assicurazione potrebbe rivalersi per parte del risarcimento facendo leva sul discorso dell’autodisciplina nella scelta dell’abbigliamento… già… permetterebbe, potrebbe, in questo caso sottolineo il condizionale…

Ed eccoci di nuovo punto a capo… si possono indossare le infradito alla guida?

Certo, ma potreste beccarvi una multa che potreste vedere annullata in caso di ricorso o potreste non essere coperti dall’assicurazione in caso di incidente senza una rinuncia di rivalsa… oppure no…

…chiaro no?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...