L’auto telepatica. Da oggi ti legge nel pensiero…

084610259--2040543e-72b7-4646-95a5-24fcf5dfc0ea

Pensa un numero da 0 a 100 ma non dirlo ad alta voce, la mia auto lo indovinerà perché la mia auto…LEGGE NEL PENSIERO!

No, non è la tag-line di un nuovo film di Michael Bay ma la nuova, strabiliante idea di Jaguar Land Rover che promette di rivoluzionare il mondo dell’automobile se non, addirittura, il mondo dell’interazione uomo-macchina in generale.

Pensate stia esagerando?

Credete sia un sensazionalismo?

Non è così.

Cominciamo con il descrivere la sezione cosiddetta “Mind Sense” (avete capito bene); si tratta di ciò che fisicamente permetterà alla vettura di leggere nella mente del conducente – da qui il nome. Quello che farà sarà captare e analizzare le onde cerebrali di chi siede al posto di guida per mezzo di sensori appositamente applicati al volante: la macchina sarà in grado, in pratica, di rilevare le onde attraverso le mani.

Sembra incredibilmente fantascientifico ma in realtà si tratta di una tecnologia già esistente e soprattutto già in uso…

Dove?

Alla Nasa, ovviamente, e dove se no…

Ma non solo, è intenzione dei ricercatori munire la vettura futuristica del “Wellness Seat”, uno speciale sedile sviluppato in precedenza su una Jaguar XJ, capace di misurare battito cardiaco e respiro, per anticipare situazioni di rischio.

“Anche se il suo sguardo è sulla strada” ha detto il director of Research and Technology di Jaguar Land Rover, Wolfgang Epple “il pilota può infatti distrarsi e non prestare alla guida la dovuta attenzione”. Eventuali segnali luminosi o sonori, già in dotazione in alcune vetture, potrebbero non essere sufficienti ad attirare l’attenzione del conducente; in questo caso vibrazioni attraverso il volante o la pedaliera potrebbero invece essere un buon punto d’inizio.

“Anche se stiamo sviluppando sempre più le tecnologie di guida autonoma dei veicoli” ha continuato Epple “si presenteranno situazioni nelle quali il veicolo autonomo deve restituire il controllo al pilota e per farlo, il veicolo deve capire se il pilota è attento e pronto a subentrare. Per questo, i nostri ricercatori studiano il potenziale di una gamma di tecnologie di controllo del pilota che forniscano al veicolo le necessarie informazioni. Se il sistema è in grado di rilevare importanti disturbi fisici del pilota o, semplicemente, il suo grado di attenzione, allora il veicolo può attivarsi per assicurare che questi sia effettivamente in grado di guidare”.

Come se non bastasse, poi, la Jaguar Land Rover sta studiando un modo per contrastare gli incidenti provocati dalla distrazione per l’utilizzo dei sistemi audio e di navigazione, del telefono cellulare e di tutto ciò che necessita di un’interazione. Ebbene, questa interazione sta per essere ridotta al minimo attraverso uno schermo touch “predittivo”. Si chiama “Predictive Infotainment Screen” e sarà in grado di leggere i movimenti del conducente il quale potrà inviare comandi con semplici gesti a mezz’aria.

“Riteniamo che alcune tecnologie della medicina aerospaziale possano migliorare la sicurezza e la guida. L’automobile sta diventando sempre più intelligente ed in grado di utilizzare sensori avanzatissimi. I nostri progetti di ricerca studiano come sfruttare tutto questo a vantaggio dei nostri clienti e degli altri utenti della strada”.

Altro che sensazionalismo, la tecnologia già esiste: l’idea è semplicemente quella di applicarla a veicoli più terra-terra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...